Verso un 2022 decisivo non solo per la nostra comunità democratica ma per l’intera Lombardia



Care democratiche, care democratici, oggi vorrei soprattutto farvi i miei migliori auguri per un Natale sereno, da trascorrere con coloro che amiamo, e per un 2022 che finalmente ci consenta di uscire dalla pandemia e di riprendere con la maggiore “normalità” possibile la vita di ogni giorno che - come sappiamo bene, essendo il vivere politico costituito essenzialmente da questo - è fatta anche di relazione, confronto, presenza in mezzo agli altri. Il prossimo anno sarà decisivo non solo per la nostra comunità democratica ma per l’intera Lombardia: ci saranno infatti elezioni importantissime in tanti Comuni grandi e piccoli, e inizieremo quella preparazione alle elezioni regionali del 2023 in cui è indispensabile che il nostro partito faccia da collante e da motore per una proposta credibile, che possa davvero competere - dopo quasi trent’anni di centrodestra - per dare alla Lombardia il governo che merita: progressista, attento all’ambiente, al lavoro e alla salute di ogni cittadino; civico, aperto, inclusivo. In occasione dell’Assemblea regionale che avevamo tenuto a inizio novembre davanti a Enrico Letta, avevo preso a prestito l’efficace immagine usata da Beppe Sala, quando aveva paragonato la competizione per le prossime elezioni regionali alla scalata dell’Everest. È bella e calzante, ma come dimostra proprio l’Everest, partendo per tempo e con la dovuta preparazione, equipaggiati con l’attrezzatura migliore, attenti a ogni compagno di cordata, non c’è montagna che non si possa scalare. Noi vogliamo fare esattamente questo e sapremo farlo. Sempre in quell’Assemblea aperta, parlando di percorso e di cammino, mi era venuto in mente il bellissimo verso del poeta spagnolo Antonio Machado, là dove dice: Caminante, no hay camino: se hace camino a l’andar. Parla a propria volta di quale sia il nostro compito per il prossimo anno. Quasi spiace tradurlo ma suona più o meno così: Viandante, non c’è il sentiero, il sentiero si apre camminando. È la frase che ho scelto per farvi i miei auguri: che possa farci compagnia in questi giorni di meritato riposo nelle nostre famiglie e che ci sia di ispirazione per il viaggio entusiasmante che tutti insieme ci attende. Buon Natale, Vinicio Peluffo Segretario regionale PD lombardo

Post in evidenza