Valorizzare il volontariato

Quando, in modo improvviso e inaspettato, è iniziata l’emergenza sanitaria, la situazione sarebbe stata ancora più dura senza l’apporto di tanti giovani volontari, che si sono resi disponibili attraverso varie associazioni e istituzioni, come la Croce rossa, la protezione civile e anche il comune di San Donato. Uno dei modi per uscire migliori dall’esperienza difficile che tutti abbiamo vissuto, concetto ripetuto da tanti ma non facile da realizzare, è quello di mantenere vivo lo spirito di solidarietà che si è manifestato.

Il Comune di San Donato Milanese si rivolge agli adulti residenti sul territorio, che possono dare una mano in base alle loro competenze professionali o comunque in base alle loro capacità e sensibilità. Si può scaricare qui il modulo, per poi accordarsi sul tipo di prestazione tramite un colloquio telefonico. Per maggiori informazioni si può scrivere a sdmcondivisa@comune.sandonatomilanese.mi.it o telefonare al numero 0252772.571/344.

Sempre a proposito di volontariato, è molto interessante il progetto VI.VO, nato dal dialogo tra alcune associazioni del volontariato cittadino e l’Amministrazione comunale.

Anche questo progetto è nato dalla presa di coscienza dei nuovi bisogni sorti dall’emergenza e dal desiderio di lavorare insieme per affrontarli. ViVo significa Vicino Volontario, una figura nuova, una persona che già è attiva nel volontariato o che desidera avvicinarvisi e che dà la sua disponibilità ad essere una presenza attenta e attiva nel contesto in cui vive, ad esempio nel suo condominio.

Con sensibilità e delicatezza cerca di cogliere i problemi sociali dell’ambiente che lo circonda, si rende riconoscibile, in modo che le persone possano rivolgersi a lui, fa da tramite tra i bisogni rilevati e le possibili risposte date dalla sua Associazione di appartenenza e dal Comune, quindi si tiene aggiornato su iniziative e proposte. Naturalmente garantisce la privacy sulle informazioni di cui viene a conoscenza, e nella sua attività viene sostenuto dalla sua Associazione e da incontri periodici con gli altri vicini volontari.

Poiché il progetto rientra nel Patto di Collaborazione tre le Associazioni di volontariato e il Comune, al Vicino Volontario viene garantita una copertura assicurativa. Il progetto verrà pubblicizzato presso i cittadini e gli amministratori condominiali, partirà a metà luglio e si protrarrà nel tempo, perchè, aldilà del periodo critico che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, la figura del Vicino Volontario come “diffusore” di solidarietà può contribuire a migliorare la qualità della vita nella nostra città. Chi vuole offrirsi e non fa parte di Associazioni di volontariato, può rivolgersi a queste ultime (vedi loghi sopra) o al Comune.

Post in evidenza
Post recenti