Gli uomini son tutti uguali. Anche la sinistra sandonatese vuol dire NO al decreto sicurezza

“Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più eguali degli altri”. Al grido di questo slogan i maiali, comandati da Napoleone, prendono il posto del signor Jones. I suini arrivarono ad assumere, allegoricamente, le sembianze di esseri umani. Fu chiaro a tutti che i principi della rivoluzione erano stati traditi. E gli oppressi diventarono oppressori.

Questa celebre citazione de “La fattoria degli animali” ci racconta tanto della natura umana e di quanto la sete di potere possa corrompere gli animi. Orwell costruisce una narrazione metaforica estremamente pungente, nella quale vuole rappresentare la degenerazione dei sistemi totalitari che si istaurano nel secondo dopoguerra. La menzogna del “socialismo reale” si palesa in tutta la sua nefandezza e le contraddizioni di un sistema politico repressivo e violento affiorano.

La storia ci ha dato grandi lezioni di fronte alle quali continuiamo a chiudere gli occhi. Ci ostiniamo a voler combattere l’ingiustizia con altra ingiustizia anziché affrontare le reali fonti di iniquità che avvelenano la nostra società.

Ci avevano promesso una terza repubblica; una “Repubblica Dei Cittadini”. Avevano preso un impegno sacro: quello di porsi sempre dalla parte dei più deboli, di restituire la dignità a persone che avevano perso la speranza; ma hanno finito per promuovere o avvallare un’iniziativa volta a violare sistematicamente i diritti individuali di persone estremamente fragili: i migranti.

Il tema della legalità, del rispetto dei principi costituzionali che sanciscono i diritti dello straniero (art. 10 principi fondamentali), e del riconoscimento delle norme di diritto internazionale, sono questioni di fondamentale importanza. Eppure non si tratta soltanto di questo. Esistono dei valori etici universalmente riconosciuti; esistono dei diritti che, tutti noi, percepiamo come naturali. Essi ci appartengono quasi visceralmente. Si tratta di quegli insegnamenti tanto elementari, quanto imprescindibili che ci preoccupiamo di trasmettere ai bambini prima di ogni altra cosa. Gli esseri umani sono tutti uguali.

Il Partito Democratico di San Donato ha deciso di dire no al così detto “decreto sicurezza”. No a questo atto spregevole del governo. In data odierna è stata protocollata la mozione che qui vi alleghiamo con la quale si chiede al Ministro Salvini di fare marcia indietro. Abbiamo deciso di aderire alla campagna nazionale di strenua opposizione a questo provvedimento.

San Donato è la prova che l’accoglienza organizzata non genera insicurezza. L’immigrazione gestita come fenomeno fisiologico tipico di una società globalizzata e non come patologia è una risorsa, non una fonte di problemi.Nei centri SPRAR della nostra Città sono ospitate 44 persone, tutte impegnate in percorsi di formazione o inserimento professionale. Il nostro sistema rappresenta un’eccellenza. Introduciamo sul mercato del lavoro linfa fresca, giovani volenterosi. Si tratta di persone che pagheranno i contributi necessari ad alimentare il sistema previdenzialedi un Paese che invecchia sempre di più e nel quale la popolazione attiva dal punto di vista occupazionale è in calo costante.

Nel 2016 il Tasso di Fecondità, in Italia è stato di 1,36 figli per donna. Questo fatto ha delle conseguenze molto semplici. Le nuove generazioni saranno inferiori numericamente rispetto alle precedenti. Senza il contributo dell’immigrazione il nostro sistema socio – assistenziale è destinato a collassare per una semplice questione algebrica.

Esistono immigrati che vivono nell’illegalità, ma è del tutto evidente che non si voglia indagare le reali motivazioni. Se agli enti locali vengono sottratti gli strumenti per gestire adeguatamente il processo di integrazione allora, necessariamente, si creeranno contesti degradati, processi di marginalizzazione. E se la correlazione tra immigrazione e criminalità è una menzogna, è invece dimostrato che, statisticamente, in contesti di povertà ed isolamento sociale il tasso di reati tenda ad aumentare vertiginosamente.

No al decreto sicurezza!

IL SEGRETARIO

Alessandro Fattorossi

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
PD SDM small3.jpg

Circolo  PD San Donato Milanese

Via della Libertà, 60

San Donato Milanese 20097

© Copyright 2017 by Circolo PD SDM

 

Proudly created with Wix.com

Pagina Facebook del Circolo

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now