Zan, Zendegi, Azadî - Donna, Vita, Libertà

Succede che, dall’altra parte del mondo a metà settembre Mahasa Amini, studentessa fuori sede di ventidue anni, viene uccisa dopo essere stata arrestata dalla “polizia della sicurezza morale” nella Repubblica Islamica dell’Iran. Muore per non aver indossato correttamente il velo.


Succede che, nelle settimane successive si accende una miccia che scatena un vero e proprio incendio, nonostante il tentativo di insabbiamento della vicenda.

Le donne di una generazione, tante volte addirittura le figlie degli studenti che contro gli Ayatollah lottarono (senza successo) con le armi, scendono in piazza a mani nude, al grido di “Zan, Zendegi, Azadî”: Donna, vita, libertà.

Bruciano gli hijab e si tagliano i capelli, simbolo di lutto in Iran e in altri paesi del medio oriente fra cui il Kurdistan, il paese di cui Mahasa Amini era originaria.

E così fa tutto il mondo al loro fianco, nelle strade e nelle piazze migliaia di donne marciano per le loro sorelle, che non stanno semplicemente protestando, ma stanno combattendo per una vera e propria rivoluzione, di quelle cui leggiamo solo nei libri di storia.


La lotta in Iran parte dalle donne, ma si allarga a una generazione, fino a includere e impegnare tutti in cortei che vedono le persone più diverse unite, insieme nell’esigere un paese libero dal dogmatismo religioso e politico, la rabbia ha contagiato davvero tutto il paese, tanto che in alcuni centri abitati le masse hanno messo in fuga gli esponenti della Repubblica Islamica.


Oggi più che mai ci sentiamo di riflettere sull’importanza della laicità delle nostre istituzioni, sul compito dello Stato e di tutti noi nel garantire la piena uguaglianza dei cittadini in contesti sempre più aperti ed inclusivi.

Ci uniamo compatti al grido di Donna, Vita, Libertà.

Donna, Vita, Libertà: perchè l'Iran è in rivolta e cosa può accadere

Un paper dell’università Ca’ Foscari di Venezia

https://www.unive.it/pag/14024/?tx_news_pi1%5Bnews%5D=13239&cHash=84cac32a4f91324de7962bc215d20dd3


Cosa cambierà in Iran dopo le proteste contro il regime e la polizia religiosa?

Un episodio del podcast “globally”, ascoltabile gratuitamente su Spotify e prodotto di Will e ISPI (Istituto per gli studi di politica internazionale)

https://open.spotify.com/episode/6EzBgBnHbZIXjmSFozlMAt?si=XHgn8bT2S8WlRBn0ABaPvA&utm_source=copy-link


L’Iran grazie alle Donne vola verso la libertà

Un video con l’analisi di Antonio Ferrari del Corriere della Sera

https://youtu.be/9zLQnsYaRsM


“Donna, vita e libertà”: le proteste in Iran

Un approfondimento di Shirin Zakeri per la rivista di cultura e di politica “il Mulino”

https://www.rivistailmulino.it/a/donna-vita-e-libert-le-proteste-in-iran

Iran, le donne e il velo

Un’intervista all'iraniana Minoo Mirshahvalad, ricercatrice e studiosa

https://riforma.it/it/articolo/2022/10/12/iran-le-donne-e-il-velo


«Le donne in Iran combattono il regime a mani nude e possono cambiare la storia»

Un approfondimento proposto da L’Espresso

https://espresso.repubblica.it/mondo/2022/10/17/news/donne_iran_regime-369863630/

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
PD SDM small3.jpg